tecnologie e didattica · tutorials

Tecnologia educativa con Angela Sugliano (EPICT)

Angela Sugliano è docente di Gruppi virtuali all’Università di Genova.

CREARE UN CANALE DI COMUNICAZIONE

Se, in quanto docenti o relatori, ci troviamo in un aula, dobbiamo creare un canale di comunicazione con la classe, ossia stabilire un rapporto sincrono con il pubblico. Possiamo decidere di usare:

Possiamo accorciare una url con es. TinyURL

Tra i vari drive possiamo utilizzare:

  • Google Drive
  • One Drive

Possiamo raccogliere gli indirizzi e-mail dei partecipanti con es. Moduli Google Drive

Moduli Google Drive

  • Nella descrizione, specificare sempre: obiettivo del questionario, come verranno trattati i dati (ossia tipo di restituzione), tempio medio stimato per la compilazione.
  • Possiamo classificare le nostre domande in sezioni. Esiste anche la possibilità di rimandare il compilatore del questionario direttamente da una sezione a un’altra in base alle risposte date.
  • Nelle impostazioni (icona rotellina) possiamo anche decidere di:
    • Raccogliere gli indirizzi e-mail;
    • Far ricevere al compilatore una copia delle sue risposte.
  • Possiamo scaricare i risultati del questionario in formato excel.

FORMAZIONE E TECNOLOGIE

  • Ogni epoca ha influenzato la grammatica e la sintassi della scuola.
  • Le nuove tecnologie portano a una dematerializzazione delle relazioni e a una loro virtualizzazione.
    • La dematerializzazione porta a una non-linearità delle relazioni e a una molteplicità di esse.
    • La molteplicità delle relazioni implica un ritmo più sostenuto delle stesse e una maggiore quantità di produzioni.
  • Le conseguenze di metodi di interazione didattica basati sulla grammatica e sulla sintassi del mondo di oggi, dicono gli esperti, rendono possibile:
    • Apprendimento attivo e autonomo;
    • Coinvolgimento in attività cooperative;
    • Momenti di didattica individualizzata (per l’individuo) e personalizzata (per una classe/categoria di persone);
    • Promozione dei temi dell’eguaglianza tra studenti dei diversi generi, gruppi sociali/etnici;
    • Accesso all’istruzione per tutti.

Alcune definizioni:

  • COMPETENZE FORMALI: Ottenute alla fine di un processo formativo;
  • COMPETENZE NON FORMALI: Acquisite nel campo lavorativo senza un percorso formale;
  • COMPETENZE INFORMALI: Acquisite al di fuori del contesto lavorativo e senza un percorso formale.
  • VALUTAZIONE FORMATIVA: atta a individuare, durante il percorso di insegnamento/apprendimento, come si sta procedendo > Qui un approfondimento sulla valutazione formativa di Francesca Napoletano.
  • VALUTAZIONE SOMMATIVA: atta a individuare, durante il percorso di insegnamento/apprendimento, come si sta procedendo.
  • COMPETENZA: usare le conoscenze e le abilità apprese in un contesto in un contesto nuovo. Si valutano dando ai valutati un compito autentico.
  • COMPETENZA DIGITALE: usare le conoscenze e le abilità apprese in un contesto digitale.
  • CITTADINANZA DIGITALE: diritti e doveri nell’ambiente digitale.

EPICT – MODULO A: IMPARARE CON INTERNET

Per ogni scenario di uso delle tecnologie digitali a scuola indicato nel quadro dei moduli EPICT, sono descritte le competenze necessarie: qui le competenze richieste per superare il Modulo A “Imparare con internet (Ricerca in rete)”.

Per assegnare una ricerca su internet come compito per casa, l’insegnante deve preventivamente:

  • Insegnare ed allenare gli studenti a cercare risorse di qualità;
  • Insegnare come funziona internet;
  • Insegnare come cercare e valutare le informazioni;
  • Insegnare come archiviare le informazioni per poterle riutilizzare.

Passo 1: insegnare internet

  • Andiamo a prendere delle risorse autentiche dalla rete, che dobbiamo poi didattizzare
    • Posso trovare un elenco di siti attendibili (e poi fornire un elenco tramite es. Twiddla)
    • Oppure una serie di contenuti multimediali
      • I contenuti multimediali possono essere didattizzati con:
        • Videonot.es che serve per inserire commenti testuali in determinati momenti del video;
        • PlayPosit che serve per creare dei video, spezzettarli con commenti o con dei quiz a cui gli studenti possono rispondere;
        • TEDed che serve per mostrare, riflettere e discutere sul video;
      • Si può altrimenti fare un mash-up dei contenuti multimediale con es. Blandspace

Passo 2: insegnare a cercare

  • Si elencano le parole chiave per la ricerca che si vuole fare (possono essere segnate sul canale di comunicazione, sulla LIM, su un documento di Google Docs…)
  • Si inizia la ricerca, sperimentando le diverse tipologie di risorse trovate in rete
    • Si classificano le risorse;
    • Si offrono proposte per raffinare la ricerca;
    • Si riflette sulla ricerca stessa: cosa si è trovato? Come si è fatta la classificazione? Quali problemi si sono trovati?
    • Si socializzano i problemi e le riflessioni

Passo 3: insegnare a valutare

  • Si fa una riflessione sulla qualità delle risorse
    • Quali sono i criteri di qualità di una risorsa?
      • Autore: sono riportati nome e cognome?
      • Contenuti: sono aggiornati? citano più fonti? che tipo di linguaggio usano? vi sono approfondimenti multimediali?

Passo 4: insegnare ad archiviare

  • Classificazione delle risorse per parole chiave
  • Come funzionano i preferiti nel broswer?
  • Come funzionano i preferiti condivisi con altri?
    • Possiamo utilizzare strumenti come Symbaloo

Insegnare a fare una webquest (ricerca guidata)

EPICT – MODULO B – LEGGERE E SCRIVERE DIGITALE

Qui le competenze richieste per superare il Modulo B “Scrivere e leggere digitale: editor di testi e e-reader”.

Passo 1: Progettare i contenuti

Dare una consegna, guidando gli studenti a:

  • Progettare il testo
  • Strutturare il foglio

Passo 2: scegliere lo strumento

  • Un comodo strumento per prendere appunti, salvare pagine web è Scrible.
  • Per creare mappe concettuali, possiamo usare Coggle, Per diagrammi e grafici invece ci sono Gliffly.

Passo 3: impaginare il testo

  • Intestazione, piè di pagina, numero delle pagine
  • Titoli
  • Stile e carattere
  • Sfondi
  • Margini, interlinee, rientri
  • Proprietà del documento

Passo 4: scrivere e revisionare

  • Utilizzando strumenti come AdobeReader, possiamo inserire correzioni e commenti.
  • Inseriamo sempre queste correzioni in un’ottica formativa, suggerendo un miglioramento sotto determinati aspetti, e richiediamo una versione del testo revisionata secondo le nostre indicazioni.
  • Il linguaggio del docente deve essere moderato e chiaro.

Passo 5: rubrica di valutazione

Passo 6: peer review

Passo 7: speech to text

Screencast-O-Matic è uno strumento utilizzato prevalentemente per creare tutorial, ma può essere utilizzato anche per registrare sé stessi e auto-valutare la propria presentazione orale.

tecnologie e didattica · tutorials

Kahoot!

Kahoot! è un social media, un software web 2.0 che permette di creare dei quiz e di farli realizzare in classe in una modalità di gioco. E’ utile non solo in fase di “warm-up”, ma anche per sondare livelli di gradimento o preparare dei quiz a cui tutta la classe partecipa per mezzo di smartphone, tablet o computer.

Come fare:

Iscrizione

  1. Andare sul sito di Kahoot!
  2. Nel menù in alto, clickare sul pulsante arancione “Sign-up for free” per registrarsi al sito (scegliere di registrarsi come professore clickando sul pulsante “As a teacher”).

Navigazione

Nel menù in alto, clickare sulla voce “My Kahoots”. Si aprirà una schermata dove è possibile visualizzare i Kahoot da noi creati. Nel menù nero in basso è possibile selezionare la lingua dei Kahoot che vogliamo cercare; nel form in alto, è possibile inserire delle parole chiave per la ricerca (es. grammatica).

La voce nel menù in alto “Find Kahoots!” rimanda a una pagina dove avviare una ricerca tra i Kahoot di terzi resi pubblici. Anche qui è possibile selezionare la lingua come filtro di ricerca.

Creare un Kahoot! QUIZ

  1. Nel menù in alto, clickare il pulsante viola “New K!”.
  2. Proviamo a creare un quiz: clickare sul pulsante “Quiz”. Si aprirà la seguente schermata:

Descrizione del quiz. Si possono specificare: titolo del quiz, descrizione con #tags (parole chiave per identificare il quiz e renderlo reperibile sui motori di ricerca), immagine di copertina del quiz, visibilità (privato o pubblico), lingua d’uso, a che target di persone è rivolto, crediti, url del video trailer del quiz. Clickare il pulsante verde “OK, go” in alto a destra una volta finito di compilare il form.

Domande del quiz. Per inserire nuove domande, clickare sul pulsante “+ Add Question”. Per ogni domanda si possono specificare: limite di tempo per dare la risposta (da 5 a 120 secondi), conto dei punti o meno, immagine/video allegato, da 2 a 4 possibili risposte. Si possono selezionare fino a due risposte esatte su quattro, clickando la spunta accanto alla risposta (che diventerà di colore verde). Una volta completato il form, clickare il pulsante verde “Next” per compilare la domanda successiva.

Salvare il lavoro. Una volta create tutte le domande, clickare sul pulsante verde “Save”, in alto a destra, per salvare il quiz.

Come giocare con smartphone

Si presuppone che, per essere utilizzato in classe, il docente debba avere a disposizione un computer e un proiettore/una lim, mentre tutti gli studenti debbono possedere uno smartphone o tablet o computer.

  1. SMARTPHONE – Scaricare gratuitamente l’app di Kahoot! sul proprio smartphone (dal PlayStore), tablet o computer.
  2. COMPUTER/LIM – Clickare play su un qualsiasi Kahoot! si voglia provare.
  3. SMARTPHONE – Accedere all’app e inserire il codice PIN che viene visualizzato sullo schermo del PC e il proprio nome.
  4. COMPUTER/LIM – Premere il bottone “Start”.
  5. COMPUTER/LIM – La domanda e le risposte appariranno sullo schermo del pc. SMARTPHONE – Per rispondere, premere il colore e la forma corrispondenti alla risposta che si ritiene esatta sul proprio cellulare.
  6. COMPUTER/LIM – Premere il bottone “Next”.
  7. COMPUTER/LIM – Ripetere dal punto 5 in poi fino alla fine del quiz.

Risultati

Si possono salvare i risultati in formato excel e le classifiche ottenuti dai giocatori semplicemente clickando su “Save Results” (bottone rosa nel menù di destra).