tecnologie e didattica

Laboratorio di Game Design – Esempi di SG

Esempi di serious game

The Stanley Parable. Il protagonista è l’impiegato Stanley. Un narratore esterno racconta le azioni del protagonista. Una delle cose che si può fare, è portare avanti delle azioni che vanno al contrario di quanto sta narrando la voce fuori campo. Si può quindi seguire l’azione narrata in maniera deterministica, oppure opporsi e seguire altre scelte, creando meccaniche interessanti che vanno fuori dagli schemi classici.

That Dragon, Cancer. E’ un videogioco sviluppato da un programmatore indipendente, che racconta la storia di suo figlio a cui, all’età di un anno, è stato diagnosticato un tumore. Il gioco è una sorta di diario, di documentario col quale si può interagire. Anche in questo caso, pertanto, lo scopo è la riflessione su una determinata tematica.

The Artist is Present simula una visita al Moma di New York per vedere l’opera di Marina Abramovich.

Laboratorio

Il dott. Zeno Menestrina ci ha proposto di ideare e progettare un serious game specificandone:

  1. Obiettivo (ad esempio, il contesto d’uso, allenamento o educazione);
  2. PACT analisi (persone, attività, contesto, tecnologie);
  3. Design di gioco (sviluppare l’idea concettuale facendo riferimento al tetraedo elementare);
  4. Prototipazione (definizione di gioco/mini-gioco, interfaccia, ricompense…).

Un approfondimento interessante sui serious games qui.